Qualche piccola riflessione sulla vocalità di Jean de Leyda.

Nell’allestire Le Prophete le difficoltà, come si può immaginare, non sono poche. Non solo è necessario disporre di una primadonna capace di incarnare la vocalità spettacolare del ruolo di Fidés tramite, da sempre propria solo delle più grandi e vocalmente … Continua a leggere

Les Huguenots con secondo cast alla Deutsche Oper di Berlino

Il 29 gennaio la Deutsche Oper ha ripreso Les Huguenots di Meyerbeer, la cui prima nello scorso novembre, con cast “stellare”, è già stata recensita su questo sito. Sono tornato a vedere questa produzione sperando che, rispetto ai nomi blasonati … Continua a leggere

Lindoro de Nangis ossia Les Huguenots alla Deutsche Oper di Berlino

Un anno dopo la catastrofe che la Deutsche Oper aveva combinato col suo allestimento del Vasco de Gama, ampiamente recensito da noi, il ciclo meyerbeeriano è stato seguito da una nuova produzione de Les Huguenots. E’ la tappa penultima, prima de … Continua a leggere

Gli Ugonotti XVII “O beau pays de la Turaine”, Olimpia Boronat, Luisa Tetrazzini, Dame Nellie Melba

Per le cantanti proposte oggi nella scena iniziale del secondo atto proponiamo alcune diversi esempi di cantanti formatesi alla scuola di canto italiana, iniziando con Olimpia Boronat. Nella prima sezione dell’aria si ammira la capacità della Boronat di essere espressiva … Continua a leggere

Gli Ugonotti XVI “O beau de pays de la Turaine” Lily Dupre’ e Margarethe Siems

Il secondo atto de Les Huguenots si apre nei giardini del castello di Chenonceaux, dove troviamo Marguerite de Valois circondata dalle proprie ancelle e dal paggio Urbain. L’introduzione descrive il clima languido e sensuale della scena e prepara la grande … Continua a leggere

Gli Ugonotti XIV: “Nobles Seigneurs, salut” Antonina Nezhdanova

Nobles seigneurs, salut! Seigneurs, salut! Une dame noble et sage, dont les rois seraient jaloux, m´a chargé de ce message, chevaliers, pour l´un de vous. Sans qu´on la nomme, honneur ici au gentilhomme qu´elle a choisi! Vous pouvez croire que … Continua a leggere

Gli Ugonotti XIII: “Piff! paff!” parte seconda. Pol Plançon e Marcel Journet

Non meno impressionanti, sotto il profilo vocale ed espressivo, dei colleghi della scorsa puntata i Marcello di oggi, Plançon e Journet. Entrambi affrontarono in teatro la parte di Saint-Bris (al Metropolitan al fianco di un Marcello del calibro di Edouard … Continua a leggere

Gli Ugonotti XII: “Piff! paff!” parte prima. Didur e Mardones

Adamo Didur (1906) Il “Piff! paff!”, la pagina più famosa del titolo affidata a Marcello, ad onta del giudizio che si tratti di un brano triviale, è stata un brano molto amato dai bassi. Il motivo è banale, ma evidente … Continua a leggere

Gli Ugonotti XI: Paul Aumonier, corale di Lutero.

L’atmosfera frivola del festino di Nevers scandalizza il servitore di Raoul, Marcello, vecchio soldato ugonotto, il cui ritratto Meyerbeer realizza attraverso due pagine consecutive. La prima è “Seigneur, rempart et seul soutien du faible”, la cui melodia deriva direttamente da … Continua a leggere

Gli Ugonotti X: Florencio Constantino.

Chiude (provvisoriamente) la sfilata dei Raoul de Nangis il cantante basco (1869-1919), che sfoggia in questa pagina, accanto a una voce di bel timbro e caratterizzata dallo squillo tipico del tenore espada, suoni un poco schiacciati e d’incerta intonazione sul … Continua a leggere

Gli Ugonotti IX: Antonio Paoli

L’esecuzione della cavatina di Raoul di Antonio Paoli, come sempre una sola strofa e con una cadenza semplificata rispetto a quella scritta dall’autore, è esemplare per capire come venisse inteso da tutti gli esecutori il passo dagli esecutori dei primi … Continua a leggere