Teodor Currentzis e Mahler

Finalmente Teodor Currentzis! L’immaginifico direttore greco-siberiano ha fatto tappa con la sua MusicaAeterna a Milano, per un concerto – unica data italiana – tutto dedicato a Gustav Mahler: la Quarta Sinfonia e i Lieder tratta dal Knaben Wunderhorn. Di Currentzis … Continua a leggere

L’inaugurazione della Scala, Attila di Verdi.

Il pensiero di Domenico Donzelli: Chi conoscesse la cinematografia meglio di me potrebbe essere assai più dettagliato nell’indicare chi e che cosa abbia copiato Davide Livermore nella regia di questo Attila. Non può però sfuggire che, a partire dalla fucilazione … Continua a leggere

Ernani alla Scala, ossia la Gioconda.

Partiamo dalla prima edizione pirata dell’Ernani, 1903, Metropolitan, sotto la guida di Luigi Mancinelli. I famosi cilindri Mapleson conservano un breve lacerto del finale del terzo atto, dove Luigi Mancinelli rispetta tutte le indicazioni dinamiche e agogiche di Verdi ed … Continua a leggere

Il Fidelio di Chung

Fidelio torna alla Scala. Torna nella discussa, ma efficace produzione di Deborah Warner che già inaugurò la stagione 2014/15 con la bacchetta più svogliata che mai dell’allora “Maestro scaligero” Daniel Barenboim. Torna in una serata particolare: dedicata a Vittore Veneziani … Continua a leggere

Francesca da Rimini: delusioni per un ritorno

Proporre Francesca da Rimini, a distanza di quasi sessant’anni dalle rappresentazioni del 1959 può essere una buona idea. Poi le idee devono essere realizzate. E qui, come da molto tempo alla Scala, i nodi vengono al pettine e le idee … Continua a leggere

Orphée et Eurydice alla Scala

E finalmente il capolavoro di Gluck è arrivato alla Scala anche nella sua revisione francese. Personalmente trovo più affascinante la più compatta e composta versione viennese del 1762, ma con questo spettacolo si colma una lacuna vistosa nella cronologia del … Continua a leggere

Simone Boccanegra alla Scala. L’opera immaginaria di Pereira

Inizia a fare tradizione la modalità con cui Alexander Pereira allestisce Verdi alla Scala. Una modalità originale e tutta sua, per certi aspetti impegnativa per il pubblico, dato che necessita di una costante ed attenta partecipazione dello spettatore. Questa consiste … Continua a leggere

Die Fledermaus – parte I

La musica di Johann Strauss si fonde nel mito della Mitteleuropa con il retaggio e le suggestioni di Roth, Kraus, Musil, Canetti in una danza malinconica e leggera in bilico sull’orlo di un burrone: un equilibrio delicato che separa la … Continua a leggere

Schedare il pubblico, seconda parte.

E così i temuti grisini, ovvero, come sono stati apostrofati da una delle ineffabili signore dell’associazione preposta alla distribuzione delle contromarche per l’acquisto dei posti di ascolto (altri avrebbe scritto: l’infernal dea che alla eletta stava), “quelli che buano”, ieri … Continua a leggere