Fanciulla del West alla Scala 1

Il 12 dicembre 1910 Fanciulla del West ebbe la prima rappresentazione a New York con un cast stellare non solo nei primi ruoli (Destinn, Caruso, Amato) e nel direttore Toscanini, ma nelle parti di fianco, affidate a prime parti quali … Continua a leggere

Un direttore al giorno… / 24. “La Cenerentola”, Tullio Serafin.

E dopo le mirabilia udite in Pesaro da parte delle bacchette ivi convocate, verosimilmente allo scopo di rafforzare nelle loro convinzioni gli ascoltatori che giudicano quello rossiniano un repertorio poco più che dozzinale o comunque ben inferiore a tanti altri, … Continua a leggere

Il convento di San Giusto: il convento del grand-opéra. Prima puntata: Maria Reining, Maria Pedrini, Maria Caniglia.

Con i tre ascolti proposti nella presente puntata quello di San Giusto si delinea davvero come il convento del grand-opéra, non solo per la sapienza compositiva dell’autore, ma per la presenza di voci e bacchette che onorano in pari misura … Continua a leggere

Don Carlo alla Scala

Una serata dominata dalla noia e dal cantare male è stata quella che ha inaugurato la ripresa del pallido Don Carlo firmato qualche stagione fa da Stéphane Braunschweig. Anticipo la conclusione: la serata ha avuto un certo valore soltanto nella … Continua a leggere

Le favole di Giulia Grisi, settima puntata. Teatro Reale dell’Opera di Roma, stagione 1942-43

Davanti a cartelloni come quello allestito dall’Opera di Roma (all’epoca Teatro Reale dell’Opera) per la stagione 1942-43, terza dall’inizio del conflitto mondiale, una riflessione appare doverosa. Anche se mai come in questo caso l’elenco di titoli e interpreti parla, come … Continua a leggere

Le favole di Giulia Grisi, terza puntata: Il primo Maggio Musicale Fiorentino

Proseguono le favole di Giulia Grisi, per la gioja degli ascoltatori e per sentimenti assai meno nobili di organizzatori di spettacoli e pubblico piamente illuso che solo oggi si faccia arte totalizzante e non solo emissione di note e che … Continua a leggere

Manon Lescaut a Venezia, ascolto radiofonico

Questa recensione è una delle più severe, controcorrente e da “vivisezione”, mai prodotte, con buona pace dei nostri detrattori di “Face” e, magari, della momentanea soddisfazione della sua amministratrice, perché con questa rappresentazione lagunare del titolo pucciniano siamo davanti ad … Continua a leggere